Calambrone: in arrivo un carico di clandestini

Vox
Condividi!

Le dichiarazioni del ministro degli Interni Alfano sono poco rassicuranti. Il ministro ha infatti parlato di “distrubuire le nuove ondate di sedicenti profughi africani e magrebini” in tutti i comuni italiani. La struttura ex ospedaliera del Calambrone, e’ infatti rimasta vuota, ma e’ stata attrezzata con tanto di sbarre e finestre blindate, pronta all’ uso in caso di emergenze. E’ inutile dire che se il governo,di fronte a questa nuova emergenza sbarchi, causata anche da dichiarazioni irresponsabili di certi ministri che promettono cittadinanza italiana a chi nasce nel nostro Paese, decidesse di utilizzare come centro accoglienza profughi l’ ex ospedale del Calambrone, il Litorale Pisano, già duramente provato da crisi del turismo e da un degrado inarrestabile frutto di decenni di disinteresse di giunte di sinistra, riceverebbe un colpo mortale per le sue attivita’ turistiche, per la sua immagine già degradata da massiccia presenza di clandestini spesso pregiudicati in fuga da Magreb e Libia, a cui si aggiunge la situazione gia’ esplosiva del campo nomadi di via della Bigattiera ( anche oggi tre suoi giovani ospiti macedoni arrestati in trasferta ad Avenza in flagranza di reato )

Un consiglio per i cittadini del Litorale Pisano, orecchie ed antenne in ascolto e pronti a scendere in piazza, perche’ a Tirrenia i clandestini non ci devono arrivare, magari qualche politico, se li vuole, li tenga a casa sua.
ENNIO MASSI
CORRISPONDENTE DA PISA
nella foto l’ ex ospedale ortopedico al Calambrone

Vox


In collaborazione con: Il Monitore Toscano