Pd licenzia i dipendenti: li pagheremo noi

Condividi!

Il Pd manda a casa i suoi dipendenti, e li pagheremo noi. Si inizierà dal primo luglio, quando 8 dipendenti del partito in Sicilia entreranno in cassa integrazione al 50%.
“La decisione è stata un gesto di imperio del tesoriere. Non può finire così”. Scrivono i dipendenti.
Ma è anche inconcepibile che la collettività debba pagare gli stipendi ai dipendenti del Partito Democratico.

Perché poi, è solo l’inizio. Mesi fa, il tesoriere del partito aveva annunciato: “La situazione non è drammatica ma certo con la nuova legge sul finanziamento ai partiti in discussione non c’è alcuna garanzia di evitare una riduzione delle entrate. E quindi sarà inevitabile un ridimensionamento dei costi strutturali e anche di costi del personale”.

Di riffa o di raffa, paghiamo sempre noi. O con i finanziamenti, o con la cassa integrazione.




Lascia un commento