Riccione: imprenditore si taglia la gola, cartella delle tasse in mano

Condividi!

RICCIONE – Si è ucciso tagliandosi la gola davanti alla cartella delle tasse. Aspettava un pagamento da un’altra ditta, che non è arrivato, è arrivata invece la richiesta dello Stato.
Così l’artigiano, un uomo di 62 anni, disperato, si è tagliato la gola con un coltello. E’ successo a Riccione, in un garage di via Bertinoro. Una cartella esattoriale gli imponeva il pagamento di 3.500 euro, e aspettava da una ditta locale un bonifico da 4mila euro che però non è arrivato .

E’ il decreto del fare.




Lascia un commento