Bolzaneto: condannati, non fecero andare in bagno devastatori di Genova

Condividi!

genova-g8-blindato_interna

I giudici della quinta sezione penale della Cassazione hanno confermato le 7 condanne per le ‘violenze’ nella caserma di Bolzaneto durante il G8 di Genova del 2001. I sette condannati sono sia agenti sia medici. I giudici hanno assolto altri quattro agenti.

Nella caserma di Bolzaneto  vennero portati i criminali che misero a ferro e fuoco Genova durante il G8, una masnada di pro-global. I fermati erano 240 persone, alcuni di loro denunciarono percosse o torture di tipo psicologico, come la costrizione a rimanere immobili in piedi, la negazione del permesso di andare in bagno. Inoltre, almeno 300 degli arrestati riferirono di non aver potuto richiedere assistenza legale, o comunicare con i parenti.

La Cassazione ha inoltre bocciato il ricorso della Procura di Genova che chiedeva di contestare agli imputati il reato di tortura. Molti dei risarcimenti alle parti civili che erano stati accordati in secondo grado, sono stati cancellati o rinviati al giudizio civile.

Se non fai fare la pipì a chi ha devastato una città, vieni condannato. Se distruggi una città, vieni risarcito.




Lascia un commento