Se lo dicono da soli i “35 saggi”: “Non serviamo a nulla”

Condividi!

Se lo sono detti anche da soli,  prima di salire al Quirinale dal loro nume tutelare Kim-il-Napolitano, i 35 saggi, di non servire a niente.  Lorenza Carclassare, professoressa  di diritto costituzionale e saggia: “Forse ho sbagliato, alla fine, ad accettare, nelle mie perplessità, A questa aspirazione autoritaria io non ci sto e quindi la mia idea sarebbe di portare la mia voce dissidente, ma forse ho sbagliato perché questa voce dissidente non avrà alcuno spazio” .

Poi c’è chi si dice felice di poter lavorare nell’ombra, come Augusto Barbera, che in un’intervista al Quotidiano Nazionale sussurra: “Noi non siamo ministri. Possiamo dunque permetterci di lavorare nell’ombra”. Certo che “fossimo rimasti 25 sarebbe stato meglio”.

Troppi, inutili e semi-clandestini. Quello che ci voleva. Saggi e confusi.




Lascia un commento