La commovente nascita del bimbo nel suo “sacco amniotico” intatto

Condividi!

L’ostetrico greco Dr. Aris Tsigris ha scattato la foto nel momento del parto  tramite taglio cesareo ad Amarousion, a nord di Atene.

Poiché il sacco non era stato perforato, il dottor Tsigris ha detto che il bambino non si è nemmeno reso conto che era nato e si comportava come se fosse ancora nel grembo della madre.

Uno sguardo nel grembo materno: Questa fotografia stupefacente, scattata da ostetrico dottor Aris Tsigris, mostra il bambino che è stato consegnato all'interno di un sacco amniotico intatto.Questa fotografia stupefacente mostra il bambino estratto ancora all’interno del sacco amniotico intatto. Fino a quando il sacco è perforato il bambino si comporterà come se fosse ancora dentro la sua mamma.

Il sacco amniotico è una sacca di liquido all’interno del grembo materno in cui il feto si sviluppa e cresce. E’ composto da due membrane chiamate  amnios e corion.

Il sacco è pieno di fluido chiaro, in cui il bambino non ancora nato si muove.

Il fluido aiuta a proteggere il bambino da urti e lesioni, oltre a rifornirlo con fluidi che può respirare e deglutire. Il fluido mantiene anche una temperatura costante e confortevole per il bambino. Quella sensazione che, probabilmente, andiamo ri-cercando per tutto il resto della nostra vita.

Il sacco amniotico inizia a formarsi e riempirsi con fluido a pochi giorni dal concepimento.

Il suo liquido è principalmente acqua, ma da circa la 10° settimana in poi, il bambino passa piccole quantità di urina nel liquido.

Un sacco amniotico si sviluppa solo pochi giorni dopo che una donna concepisce.  E 'pieno di liquido che attenua il bambino da urti e la nutreFoto dopo 40 giorni dal concepimento.

La quantità di liquido amniotico aumenta gradualmente durante la gravidanza, fino a circa 38 settimane, quando si riduce un po’, fino a quando il bambino nasce.

Tipicamente, quando sacco amniotico si “rompe”, è comunemente indicato come  ‘rottura delle acque’.

La probabilità del sacco amniotico di rimanere completamente intatto dopo la nascita è  ‘ultra rara’ e il medico che greco è rimasto senza ‘fiato’ alla vista del neonato nato il 12 marzo, secondo un rapporto da Nine News.

E poi chiamano l’aborto un diritto.




Lascia un commento