LIVORNO: UNO STADIO INDECOROSO PER LA SERIE A

Condividi!

Grande entusiasmo e grandi festeggiamenti per la meritata promozione del Livorno nella massima serie. Un successo arrivato al termine di una cavalcata trionfale e sofferta che ha visto grandi gli uomini di mister Nicola e del presidente Spinelli. Ma stiamo assistendo a maldestri tentativi del sindaco e di altri politici della maggioranza di sinistra che governa Livorno, di sfruttare a fini elettorali, il successo della squadra amaranto. In realta’ i politici che amministrano Livorno, farebbero meglio ad evitare di vantare particolari meriti per lo sport cittadino e soprattutto per lo stato di estremo degrado ed abbandono dello stadio Armando Picchi, ridotto in condizioni davvero indegne per la serie A. Muri ed intonaci cadenti, si vedono le intelaiature in ferro sotto le curve, gradinate logore, bagni pubblici assolutamente una vergogna nazionale , se non mondiale, con pozzanghere di escrementi che li rendono inagibili e con un fetore che ha suscitato le proteste delle mamme dei giovani calciatori amaranto delle giovanili, ai quali spesso sono sopraggiunte allergie respiratorie se non veri attacchi di asma. Spogliatoi e docce quasi sempre guaste, recinti esterni dello stadio che rendono caotico e soprattutto pericoloso l’ accesso del pubblico con il rischio di creare pericolosissime resse e con il rischio di non poter evacuare feriti od infortunati gravi ( si rischiano situazione come quella di Pescara dove l’ ambulanza che doveva trasportare lo sfortunato Morosini, non poteva circolare….). Ora il sindaco parla di imminente incontro con il presidente Spinelli per discutere dei lavori indifferibili per lo stadio labronico. Ma signori, ricordiamo che prima l’ ex sindaco Lamberti promise lo stadio all’ inglese da 40.000 posti, ve lo ricordate…, dopo anche Cosimi ventilo’ l’ ipotesi della costruzione dello stadio al Calambrone…. Ma fatti zero, ed ora a tre mesi dall’ inizio del campionato, di serie A, e’ impossibile realizzare lavori minimi di riqualificazione dello stadio di Livorno. Forse sarebbe meglio rinunziare  a Kermesse inutili feste di partito come Effetto Venezia, che costa al contribuente livornese mezzo milione di euro, meglio impiegabili magari per interventi urgenti di messa in sicurezza dello stadio ardenzino…. Ma dubitiamo che l’ amministrazione comunale riesca a fare qualcosa di serio, tante vuote promesse ma ” zeru tituli ” come direbbe Mourigno…
E con l’ inizio del campionato di serie A, la citta’ di Livorno, con questo stadio indecoroso, indegno, offrira’ una pessima immagine di se’, una citta’ che ha una squadra in serie A, ma la sua classe politica non e’ nemmeno da Eccellenza Toscana Girone A…VERGOGNA!!!
OSSERVATORE LABRONICO


Fonte: Il Monitore Toscano




Lascia un commento