Governo pronto allo “svuotacarceri”: vogliono liberare oltre 3mila ladri, picchiatori e stupratori

Condividi!

Bollate –  Il ministro della Giustizia Cancellieri – quella che mentre era agli Interni ha concesso il permesso di soggiorno illimitato a Kabobo – in visita nel carcere di Bollate, ha annunciato che il governo è pronto a varare “un’importante attivita’ di depenalizzazione”.  Tradotto: ancora più ladri, picchiatori, stupratori e forse anche qualche assassino ai domiciliari o, addirittura, nemmeno condannato.

Infatti, secondo Cancellieri, si tratta di un provvedimento che riguarda  misure “che rientrano nel provvedimento gia’ varato dall’ex ministro Paola Severino. Quel provvedimento ha già ripreso il suo cammino in Parlamento e ci stiamo lavorando”.

E cosa diceva, il provvedimento Severino, denominato “svuotacarceri”? Eccolo:

Fallisce il blitz “indulto” con l’affossamento dell’ennesimo ddl svuota carceri, la legge che avrebbe dovuto rimettere in libertà oltre 3mila pericolosi detenuti. Il presidente del Senato, Renato Schifani, è stato costretto a rinviare la norma all’esame della commissione Giustizia per la dura opposizione di Lega Nord, Idv e larussiani, decretandone de facto la “morte”, vista la legislatura a fine corsa.

I PIAGNISTEI DI SEVERINO – «Il provvedimento avrebbe potuto essere approvato questa mattina, senza recare alcun danno a nessuno», ha commentato il ministro della Giustizia Paola Severino, esprimendo tutta la propria amarezza per una norma che avrebbe potuto consentire la scarcerazione di migliaia detenuti, con esiti prevedibili: «Sarebbe stata una pagina bellissima per concludere la mia esperienza di ministro della Giustizia. Purtroppo vado via con questa amarezza, ma grazie comunque per il sostegno che ci avete dato», ha aggiunto il guardasigilli. Le forze contrarie al provvedimento sono Lega, Cn, Idv e il nuovo gruppo Fratelli d’Italia, che hanno chiesto il ritorno in commissione, erano invece favorevoli Pd, Udc, Fli e montiani. Subito dopo il discorso di Severino, anche il presidente della commissione giustizia, Filippo Berselli, si è detto d’accordo sulla necessità di tornare in commissione.

PAGINA BELLISSIMA – Si è così evitato l’ennesimo provvedimento ai danni dei cittadini onesti, la Severino, già responsabile dell’indultino di mesi fa, dovrà rinunciare a questa nuova “pagina bellissima”.

Non basta. In quel ‘contenitore’, dice la Cancellieri “abbiamo innestato altri provvedimenti, stiamo mettendo a punto altri strumenti quella e’ una via molto significativa e quindi cercheremo di fare ancora di piu'”. In quel di piu’, rientrano nuovi provvedimenti tra i quali l’ipotesi di “un’attivita’ di depenalizzazione”. Capito? Vogliono fare “ancora di più”.

Qundi, visto che il dato degli “oltre 3mila detenuti da liberare” era basato su quel provvedimento, se vogliono “andare oltre”, significa che la loro idea è di scarcerarne  molti di più. Il tutto, in una situazione già esplosiva per la criminalità.

E’ il “governissimo”.

 




2 pensieri su “Governo pronto allo “svuotacarceri”: vogliono liberare oltre 3mila ladri, picchiatori e stupratori”

Lascia un commento