Dopo Le Pen: Borghezio espulso da gruppo “Efd” per “razzismo”

Condividi!

BRUXELLES – Dopo aver gettato Marine Le Pen in pasto ai magistrati francesi per aver “osato” paragonare l’invasione islamica a quella nazista, oggi nel sedicente parlamento europeo – più giusto definirlo un club cacciatori di rimborsi – il gruppo parlamentare degli ‘euroscettici’ Efd ha ufficializzato l’espulsione di Mario Borghezio per essersi detto contrario alla ministra congolese in modo colorito: definì il suo ingresso al governo come “bonga bonga”. Il tutto avviene perché Nigel Farage, in corsa per rubare voti ai Conservatori in Gb, vuole apparire come “moderato”. Borghezio sarà più libero di dire quello che pensa. Disgustosa l’assenza di solidarietà da parte di Maroni. Altro elemento che vuole apparire “moderato”.




Lascia un commento