Cina, India e Pakistan: è corsa agli armamenti nucleari

Condividi!

Tre delle potenze nucleari del mondo – Cina, India e Pakistan – hanno aumentato i loro arsenali nel corso dell’anno passato, mentre gli altri cinque paesi lo hanno tagliato o mantenuto stabile, secondo l’Istituto internazionale di Stoccolma per le ricerche sulla pace, SIPRI.

La Cina ora ha 250 testate nucleari contro 240 nel 2012, mentre il Pakistan ha aumentato le sue testate di circa 10 tra 100 e 120 e l’India ha aggiunto circa 10 testate per un totale dai 90 alle 110, SIPRI ha scritto nella sua relazione annuale.

nucleariarsenali
Il grafico mostra il numero di testate nucleari possedute da potenze atomiche mondiali nel 2013 e nel 2012.

Secondo il SIPRI, la corsa agli armamenti è tanto più preoccupante a causa di ciò che l’istituto  ha chiamato pace “fragile” in Asia, caratterizzata da crescenti tensioni dal 2008 tra India e Pakistan,  Cina e Giappone, e le due Coree, tra gli altri.Le testate controllate dalla Francia sono 300, mentre la Gran Bretagna è rimasta a 225, e  Israele a 80.

SIPRI ancora non conta la Corea del Nord e l’Iran come potenze nucleari, come i loro rispettivi programmi sono ancora considerati nelle loro fasi iniziali.

Il rapporto ha anche detto che la Cina ha superato la Gran Bretagna come quinto più grande esportatore di armi al mondo dopo Stati Uniti, Russia, Germania e Francia.

Cina, India e Pakistan si fanno le testate nucleari e sono esportatori netti di immigrati e miseria.



Lascia un commento