Renzi come la congolese: “Ius soli” e dà la cittadinanza a tre senegalesi abusivi

Condividi!

Che Renzi sia solo una Renzi Spa per la collocazione politica di Matteo, è evidente a chiunque abbia un briciolo di cervello. Oggi, il sindaco a tempo perso di Firenze ha – con la collaborazione di Napolitano e del governo – insignito tre venditori abusivi senegalesi della Cittadinanza Italiana per “Meriti speciali” – quelli di essersi trovati a svolgere il loro “lavoro” durante la sparatoria di Casseri – si chiamano Mor Sougou, Cheikh Mbengue e Mustapha Vieng. I tre hanno giurato fedeltà alla Costituzione e alla Repubblica – e questo li rende “italiani” – nelle mani del sindaco Matteo Renzi e del prefetto di Firenze Luigi Varratta. La solita marchetta pubblica.

Si può prendere sul serio uno così?
Si può prendere sul serio uno così?
Ma Renzi, che non perde occasione di renderci partecipi del suo vuoto pneumatico di “miracolato della politica”, ha voluto strafare:
“Non è pensabile che Mario Balotelli, che parla italiano con accento bresciano -ha detto poi Renzi- non sia potuto andare alle Olimpiadi perchè non aveva compiuto 18 anni e quindi non aveva all’epoca la cittadinanza italiana”. Sono drammi, come avrebbe potuto fare, la società italiana senza l’apporto culturale e intellettivo di Mario Barwuah in arte Balotelli? Chi andrebbe a Scampia a giocare allo spacciatore?

Matteo Renzi, a nome della città di Firenze chiede così al Parlamento e alle autorità centrali che sia approvata una nuova legge sulla cittadinanza basata sullo ius soli. “In base al principio che chi nasce in Italia è italiano”. Ricordiamo al povero Renzi, che il massacratore di Londra parla inglese con accento di East-London. Non è l’accento, non è il luogo dove casualmente nasci, a renderti italiano o inglese.

Che poi Balotelli conosca l’italiano, è cosa alquanto dubbia. Non più di quanto Renzi conosca il mondo del lavoro, lui, baby pensionato in aspettativa.

twitterbarwuah
tweetmario




2 pensieri su “Renzi come la congolese: “Ius soli” e dà la cittadinanza a tre senegalesi abusivi”

  1. Non sei stanco di essere un Italiano calpestato nella Dignità, nell’Onore, nell’Amor di Patria, di vedere l’Italia trattata come un merce in vendita par tenere alta l’ideologia e per fare gli interessi delle lobby; non sei stanco di vedere la non difesa del Made in Italy; non sei stanco di non essere rappresentato da chi vuole un Italia svuotata dell’italianità? A proposito di Italiani: I NOSTRI MARO’ DOVE SONO?
    TI ASPETTO a Roma in Piazza Esquilino per la “Festa dell’Italianità” per fare memoria delle Nostre Radici Cristiane, della Nostra Storia millenaria, della Nostra Cultura. Passaparola e Insieme diremo SI alla Nostra Identità e NO allo ius soli, NO alla bugia del buonismo e del multiculturalismo, NO all’immigrazione senza controllo e dannosa per tutti! TRA POCHISSIMO LA DATA! Passaparola! https://m.facebook.com/events/438251716271101

  2. in Toscana dopo il flagello Cinesi a Prato,( distrutta l’economia degli imprenditori locali) adesso ‘amano’ l’islam e gli stranieri in genere…bè che dire, chi è causa del proprio male pianga se stesso! i loro vicini Emiliani da sempre Rossi stalinisti, nonostante siano ancora nelle tende dopo il terremoto, hanno distribuiti qualche tempo fa 615 euro cadauno ai loro fratelli Rom x il disagio causato dal terremoto…..non aggiungo altro…….da parte mia non darò nemmeno un centesimo x la ricostruzione di quelle zone ad alto rischio ‘infezione’ che si facessero aiutare dai loro connazionali Rom e musulmani!! povera Italia!!!

Lascia un commento