Nuova idea di Pisapia: centinaia di zingari nelle caserme al posto dei soldati

Condividi!

La giunta milanese, nella “persona” dell’assessore comunale alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino, vuole utilizzare le caserme per dare accoglienza alle popolazioni rom: un progetto condiviso con l’assessore alla Sicurezza – abbiamo visto come è messa la sicurezza a Milano -, Marco Granelli.

La richiesta di aree del demanio militare è stata inviata due settimane fa al ministero della Difesa. L’idea, ha spiegato il duo tragi-comico della giunta Pisapia, è ottenere questi spazi demaniali per allestire un centro sul modello di quello sorto in via Barzaghi, da destinare all’accoglienza di qualche centinaio di zingari con cui avviare “percorsi di inclusione sociale”. Il centro, proprio come quello di via Barzaghi, verrebbe gestito da associazioni xenofile, le stesse che hanno foraggiato Kabobo durante la sua permanenza da clandestino, lo stesso centro, quello di via Barzaghi, dove accade questo:

http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/milano-rom-schiavizzano-bimbi-in-centro-comunale-gestito-da-associazione-xenofila/

http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/zingare-si-scambiano-neonato-alla-fine-del-turno-per-continuare-il-lavoro/

I fondi per abbellire e dotare le caserme che ospiteranno i Rom di tutti i comfort, verranno sottratti ad altre opere utili alla città e al piano di rimpatrio degli zingari.

 




Lascia un commento