Alfano manda 140 agenti a Milano, ma non blocca l’arrivo di centinaia di Kabobo

Condividi!

Roma, 19 mag. – “Nell’ottica della massima attenzione rivolta dal ministero dell’Interno al tema della sicurezza nel nostro Paese, abbiamo disposto oggi l’intensificazione dei servizi di controllo nel territorio della citta’ di Milano con l’invio immediato di 140 unita’, tra poliziotti e carabinieri”. E’ quanto dichiara il ministro dell’Interno Angelino Alfano.

“Il contingente aggiuntivo – riferisce il titolare del Viminale – e’ formato da elementi pienamente operativi, specializzati nel controllo del territorio e destinati esclusivamente all’area del milanese. Abbiamo dato una risposta importante, volta a rafforzare le attivita’ di prevenzione, potenziando cosi’ la preziosa e indispensabile sinergia con le attivita’ di investigazione gia’ in atto, finalizzate al contrasto dei fenomeni di criminalita’ diffusa”.

Il ministro dell’Interno spiega che questa decisione e’ stata presa “a garanzia dei cittadini lombardi che possono e devono contare, specialmente dopo i gravissimi fatti recentemente avvenuti, su una maggiore presenza dello Stato, che si traduce concretamente in una serie di interventi pronti e mirati”.

Peccato, che mentre Alfano manda 140 agenti, stanno arrivando centinaia di Kabobo appena sbarcati dal Sud. La sicurezza inizia alle frontiere. Invece li vanno a prendere in mezzo al mare e una volta liberi arrivano nelle nostre città.




Lascia un commento