LIVORNO: TURISTI DELLE CROCIERE SENZA BAGNI PUBBLICI E WI FI

Vox
Condividi!

Sconcerta sapere che anche nell’ anno domini 2013 a Livorno non si e’ riusciti a realizzare dei bagni pubblici in centro , con lo scopo di andare incontro alle esigenze dei numeroso popolo dei croceristi, che sbarcando in citta’, non sanno dove andare in caso di necessita’ di servirsi di un bagno pubblico. Vergognosa e’ poi la mancanza di un servizio wi fi gratuito, che permetta agli stessi turisti di collegarsi con i propri cari nel mondo. Per collegarsi a internet con wi fi, i croceristi devono recarsi in esercizi pubblici dove le tariffe di connessione sono abbastanza care. Per non parlare poi della giungla relativa al servizio taxi , dove regnano spesso illegalita’, tariffe alte e concorrenza sleale da parte di soggetti non autorizzati, che trasportano i turisti con minivan a Pisa Firenze Lucca, Bolgheri, con pacchetti turistici, offerti in altre citta’ e non a Livorno….
( comune, provincia categorie economiche di Livorno dove siete…?? ) E ad aggravare il quadro desolante del turismo labronico, materiale informativo distribuito ai turisti, lo stesso dell’ anno scorso, stazione marittima  mal collegata con il centro citta’, e turisti penosamente costretti a percorrere quel rudere chiamato Ponte di Santa Trinita’ per recarsi in centro, dove chi ” accoglie ” calorosamente questi esausti e spauriti turisti, sono eserciti di vucumpra’ che molestano questi sfortunati visitatori, spesso gettando i borsoni con la merce contraffatta, sui tavoli dei bar e dei ristoranti dove siedono i malcapitati avventori. Ovviamente Fortezze di Livorno chiuse, inaccessibili, come la gran parte dei musei cittadini e delle chiese storiche. Forse , ci chiediamo, fanno bene quelle societa portuali che gestiscono il traffico di crociere , a dirottare i turisti subito a Pisa, Bolgheri o Lucca, evitano ai malcapitati la visione del degrado di Livorno e soprattutto del suo centro storico, altro che ” pensiamo in Grande “. Evitano, queste benemerite societa’ portuali, la visione di eserciti di vucumpra’, parcheggiatori abusivi, nomadi pronti al furto, escrementi nelle strade cittadine, strade dissestate e rifiuti e grossi ratti dappertutto. Si e’ meglio ” scappare ” a vedere ” Bolgheri Melody “, perche’ tanto a Livorno la parola ” TURISMO ” non e’ ancora stata tradotta in Livornese, e gli amministratori non sanno che cosa sia e cosa significhi…
OSSERVATORE LABRONICO

Vox

PS: andate a La Spezia a vedere come accolgono i turisti e come e’ tenuto il centro citta’……


Fonte: Il Monitore Toscano