La Boldrini odia le casalinghe ma adora i “gay”: “Subito i matrimoni strani”

Condividi!

Anche oggi “sua bontà” non ha mancato di farci ascoltare i suoi spasmi vocali. Stavolta accompagnata dal corifeo dell’altra aula, Grasso.
Entrambi infatti hanno delineato quali devono essere le priorità del Parlamento: “Subito le unioni per i gay chi non ci sta teme gli spogliatoi”, sapranno loro il significato esoterico di questa oscura espressione. Certo che insistere su una questione per la quale gli italiani non nutrono alcun interesse non è, segno di intelligenza.

Ma poi perché, si dovrebbero approvare i matrimoni – e quindi le adozioni – tra checche omosessuali? I presidenti di Camera e Senato hanno subito la risposta: “Ce lo chiede l’Europa”. Un altro buon motivo per dire no.




Lascia un commento