Cannibalismo genetico: arriva la clonazione umana?

Condividi!

La prospettiva della clonazione umana potrebbe aver compiuto un passo avanti – verso il baratro dell’umanità – dopo che alcuni scienziati hanno estratto cellule staminali da embrioni umani creati in laboratorio.

La scoperta potrebbe portare, secondo i responsabili, a cellule personalizzate per contribuire a trattare e curare una serie di malattie, dal morbo di Alzheimer alla sclerosi multipla. Tuttavia, i critici pensano che il reale interesse dello studio sia la clonazione umana. Si pone lo spettro di bambini clonati in laboratorio. Questo potrebbe consentire alle coppie che hanno perso un figlio, di averne  un ‘duplicato’ a pagamento

L’equipe negli Stati Uniti dice di volere  trovare cure per malattie incurabili  ma i critici temono che, dopo aperto, sarà impossibile chiudere il vaso di pandora della clonazione. E che ci sarà poco da fare per fermare uno scienziato che voglia  copiare il loro lavoro per cercare di clonare esseri umani.

Il dottor David King, fondatore della campagna gruppo Human Genetics Alert, ha chiesto un divieto internazionale della clonazione umana e ha detto che era ‘irresponsabile’  aver pubblicato i dettagli della tecnica.

 

 Come gli scienziati potrebbero usare le cellule staminali
Come lo hanno fatto
Sviluppare clonato embrioni umani prima della raccolta per le cellule staminali: Dr Shoukhrat Mitalipov ha trascorso molti anni affinando la tecnica, che prevede l'alimentazione della uova di caffeina in un punto chiave nel processo diEmbrioni umani clonati, prima dell’estrazione delle cellule staminali: Dr Shoukhrat Mitalipov ha trascorso molti anni affinando la tecnica, che prevede l’alimentazione delle uova con caffeina, un punto chiave nel processo.
Una colonia di cellule staminali sviluppate attraverso il nuovo metodo: Utilizzo di un frammento di pelle del paziente all'inizio del processo dovrebbe garantire le cellule sono un abbinamento perfetto per il loro corpo, aumentando le probabilità di successo del trattamentoUna colonia di cellule staminali sviluppate attraverso il nuovo metodo: l’utilizzo di un frammento di pelle del paziente all’inizio del processo dovrebbe garantire alle cellule un abbinamento perfetto per la creazione di organi adatti al corpo, aumentando le probabilità di successo del trattamento.

 

Dr Ian Wilmut, leader del team che ha creato la pecora Dolly - primo mammifero al mondo clonato da una cellula adulta - affronta il suoLa stessa tecnica è stata utilizzata dai ricercatori guidati dal dottor Ian Wilmut al Roslin Institute di Edimburgo per produrre la pecora Dolly, nella foto sopra con il dottor Wilmut , il primo mammifero ad essere clonato da una cellula adulta.Durante il trasferimento nucleare di cellule somatiche (SCNT), un nucleo delle cellule del donatore viene trasferito in una cellula uovo il cui proprio DNA nucleare è stato rimosso.
L’uovo si sviluppa in un embrione in fase iniziale che è un clone del donatore che contiene gli stessi geni.

Cellule staminali prelevate dall’embrione sono ‘pluripotenti’, avendo la capacità  a maturare in qualsiasi tipo di tessuto del corpo, dal cervello al midollo.

Nel nuovo studio, pubblicato sulla rivista Cell, gli scienziati hanno trasferito nuclei da cellule di pelle umana in cellule uovo umane.

In Gran Bretagna, la legge stabilisce che gli embrioni clonati devono essere distrutti dopo 14 giorni, ed è illegale impiantarli in una donna. Altri paesi hanno regole più rilassante per la cosiddetta clonazione riproduttiva.

Josephine Quintavalle, del gruppo di campagna di Comment on Reproductive Ethics, ha messo in discussione la necessità della ricerca, dato che un altro, più semplice modo di fare cellule staminali personalizzata già esiste. 

Ha detto: ‘Il sospetto è che il vero interesse non è la terapia con cellule staminali per sé, dato che altri approcci non controversi esistono già e hanno tanto successo.  Ma la clonazione riproduttiva ‘.

Il dottor Mitalipov ha detto che non è riuscito a creare scimmie attraverso la clonazione, e che è quindi improbabile la sua tecnica potrebbe essere usata per clonare gli esseri umani. 

Altri sostengono che la creazione di una cinque giorni di età fascio di cellule è un grido lontano da qualcuno che dà alla luce un bambino clonato completamente formata.

Ma in realtà la bestialità è già nel creare embrioni umani da utilizzare come soggetto di studio per poi essere distrutti. Siamo al cannibalismo. Ci cibiamo dei nostri simili per curare noi stessi. E’ un passo che moralmente pagheremo molto caro. Un passo che non ha alcuna differenza etica, dall’uccidere un passante per appropriarsi del rene di cui abbiamo bisogno.




Lascia un commento