Ferrari diminuirà produzione per difendere la sua “esclusività”

Condividi!

Tutti i ricchissimi del pianeta vogliono una Ferrari,  e siccome uno dei fenomeni della Globalizzazione è l’aumento costante di entrambi – ricchissimi e poverissimi – sempre più persone possono permettersene una. Così l’azienda è preoccupata che il marchio possa perdere il suo appeal come simbolo di lusso esclusivo. Di conseguenza,   scalerà la produzione sotto le 7.000 unità quest’anno, rispetto ai  7.318 veicoli prodotti l’anno scorso.

Per Montezemolo “l’esclusività della Ferrari è fondamentale per il valore dei nostri prodotti,” ha dichiarato ai giornalisti presso la sede dell’azienda a Maranello. “Noi non vendiamo un prodotto normale. Vendiamo un sogno”. Va bene, qui sembra Briatore, ma il succo del ragionamento è corretto.

Le vendite sono aumentate del 4% nel primo trimestre, a 1.800 unità.

Nel primo trimestre dell’anno i ricavi sono cresciuti dell’8% a 551 milioni di euro, producendo un guadagno netto del 42% maggiore rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.




Lascia un commento