Genova: nave sfonda palazzina porto, 7 morti si cerca l’ultimo disperso

Condividi!

Porto Genova, incidente:almeno 3 morti

AGGIORNAMENTO– Gli ultimi tre corpi sono stati recuperati dai sommozzatori della guardia costiera: erano nell’ascensore.
L’ipotesi avanzata dai tecnici è che i due motori della nave si siano bloccati rendendola di fatto ingovernabile, e con la poppa abbia travolto e fatto crollare il molo e la torre. Ci sono anche quattro feriti, due dei quali sono gravi.

Sale il bilancio dell’incidente avvenuto al porto di Genova: i sommozzatori dei Vigili del Fuoco al momento hanno recuperato 3 persone morte e altre 6 ferite. Almeno una decina risultano i dispersi. A provocare l’incidente la nave “Jolly Nero” della società Ignazio Messina, che è praticamente entrata nella palazzina piloti in fase di manovra.Nell’urto la torre si è inclinata di 45 gradi in parte è finita in mare. Molte persone sono rimaste intrappolate all’interno o sono cadute in mare.

Sul posto è giunto il magistrato di turno.

La Procura di Genova ha aperto un’inchiesta sull’incidente al porto causato dalla nave della Linea Messina ‘Jolly nero’ che si è schiantata uscendo dal porto contro la palazzina piloti, provocando almeno tre morti.
La nave è stata posta sotto sequestro e il comandante viene ora interrogato dal pm.

Erano da poco passate le 23:30 quando il portacontainer Jolly Nero, stava lasciando lo scalo guidata da due pilotine. Quando la nave ha completamente sbagliato manovra ed è «penetrata» dentro la «palazzina piloti», dove operano e vivono molti dei piloti della Capitaneria di Porto di Genova.

«Ero in servizio qui al molo Giano quando ho sentito lo schianto. Il tempo di fare il giro e tornare indietro e ho visto. Subito abbiamo pensato che fosse qualche nave che si era scontrata. Torno indietro e non vedo più la torre pilota. Mi affiaccio e vedo tutte macerie e questa nave che si era allontanata». È il racconto di un testimone che lavora al porto.




Lascia un commento