Il test che prevede l’infarto sette anni prima

Condividi!

C’è un nuovo test in grado di prevedere un attacco di cuore anni prima che questo avvenga. Addirittura sette anni prima
I medici non devono nemmeno guardare il vostro cuore per condurre questo test. Guardano le dita.

Secondo il Dott. Chris Renna di LifeSpan Medicine a Santa Monica, California, spiega come che la salute dei vasi sanguigni, e quindi del cuore, può essere facilmente controllata con il test EndoPat.

“Si può scoprire questa disfunzione endoteliale perfino nei 30enni ed evitare una potenziale vita di sofferenza e di miseria correggendo quella.”

Ed Murphy è in cura da un altro medico. Mentre lui non ha i sintomi della malattia di cuore, lui voleva sapere se era diretto sulla strada sbagliata

Durante il test EndoPat i medici posizionano dei sensori, per controllare il flusso sanguigno, su un dito di ogni mano. Poi un polsino per la pressione sanguigna viene gonfiato per arrestare il flusso di sangue nella mano.

Dopo cinque minuti, il manicotto viene sgonfiato ed i sensori misurano il recupero del flusso sanguigno.

In un paziente normale, il flusso di sangue si ferma con il bracciale gonfiato e quindi “rimbalza” subito dopp averlo sgonfiato. In un test anormale, il flusso del sangue si riprende solo alla velocità precedente l’interruzione. Questo segnala potenziali problemi nel cuore.

“Se i risultati non sono normali devi fare modifiche di stile di vita cambia stile di vita, per renderli normali,” dice il Dott. Renna.

Semplici cambiamenti di peso, dieta, esercizio fisico e forse farmaci in grado di ripristinare la normale funzione dei vasi sanguigni e prevenire eventuali attacchi di cuore o ictus.




Lascia un commento