Atene: sindaco blocca distribuzione di cibo ai poveri greci

Condividi!

Alba Dorata ha sfidato il divieto comunale di distribuire cibo ai Greci bisognosi.

Il partito voleva distribuire, prima della Pasqua ortodossa che sarà celebrata domenica, cibo ai Greci bisognosi in piazza Syntagma davanti al Parlamento.

Il sindaco Giorgos Kaminis aveva incredibilmente vietato l’evento, definendo la distribuzione di cibo esclusivamente ai Greci come la “mensa dei poveri dell’odio”.

I membri del partito sono arrivati in piazza più di due ore prima di quanto annunciato e hanno iniziato a distribuire sacchi di cibo dopo aver controllato le carte di identità dei destinatari.

“Alba Dorata sta accanto ai Greci, si presenterà dai greci che soffrono qualsiasi decisione l’innamorato degli immigrati, il sindaco Kaminis faccia o dica. Greci, tenere alta la testa, Buone Feste! Ci riprenderemo il nostro paese”, ha dichiarato Christos Pappas, capo del gruppo parlamentare del movimento.

Poi la decisione scandalosa delle autorità di impedire al camion del partito di scaricare il suo carico di carne e di altri beni destinati ai poveri in fila, ha scatenato tafferugli tra i membri del partito e la polizia anti-sommossa.

Il partito ha poi ripreso la sua distribuzione presso i propri uffici in un quartiere di Atene.

Tale è la situazione nell’europa delle banche: se distribuisci beni di prima necessità ai tuoi connazionali sei un “delinquente”, se regali il tuo paese all’ultimo arrivato, sei un “benefattore”. I degenerati sono al potere.




Un pensiero su “Atene: sindaco blocca distribuzione di cibo ai poveri greci”

Lascia un commento