Grillo: «è colpo di stato»

Condividi!

Il Napolitano bis per Grillo «è colpo di stato» e decide di partire per Roma con il camper – minacciando milioni di manifestanti – per unirsi ai suoi, che da ore gridano il nome di Stefano Rodotà. Quello che però, fino a poco tempo fa – è giusto ricordarlo – definiva “pensionato d’oro”.

E dal blog, grida: «Ci sono momenti decisivi nella storia di una Nazione. Oggi, 20 aprile 2013, è uno di quelli. È in atto un colpo di Stato. Pur di impedire un cambiamento sono disposti a tutto. Sono disperati. Hanno deciso di mantenere Napolitano al Quirinale».

E parte il tam-tam su internet con l’hashtag #tuttiaroma. A lanciarlo e’ lo stesso Grillo: “Dobbiamo essere milioni – ha scritto Grillo nel blog annunciando il suo arrivo in piazza Montecitorio – Non lasciatemi solo o con quattro gatti. Di piu’ non posso fare. Qui o si fa la democrazia o si muore come Paese”.




Lascia un commento