Campi di ri-educazione a Milano: per imparare a vivere con gli Zingari

Condividi!

Non vuoi i campi nomadi sotto casa? L’ultima follia di Pisapia è che allora devi essere “educato”: deve essere una rimembranza dei campi di rieducazione di sovietica memoria. I Gulag.
E per fare questo la giunta Pisapia ha stanziato 40mila euro per organizzare «progetti volti alla sensibilizzazione dei cittadini contro la discriminazione». A chi andranno questi soldi? Alle organizzazioni xenofile che organizzeranno questi “corsi”.

I corsi di ri-educazione saranno imposti ai cittadini nelle zone in cui sorgono sette campi nomadi autorizzati dal Comune: Bonfadini, Chiesa Rossa, Idro, Impastato, Martirano, Negrotto, Novara.

Non è ancora chiaro se questi “corsi” saranno volontari oppure se ad esempio, i bambini delle famiglie residenti verranno “istruiti” direttamente e obbligatoriamente nelle scuole e negli asili delle zone interessate.




Lascia un commento