Zingari a Milano: la smentita del Comune? Una menzogna

Condividi!

Dopo l’attacco al progetto pisapesco di destinare 6 milioni di euro agli Zingari, la giunta Pisapia si è inalberata asserendo che si, è vero, hanno destinato questa cifra per comprare 20 casette mobili complete di arredi e condizionatori agli Zingari, ma che quei soldi erano soldi non del Comune, ma dello Stato. Ora, a parte che sono comunque soldi degli Italiani che potrebbero essere spesi che so, per non chiudere gli Ospedali, si è scoperta una cosa interessante: il Comune, nella persona dell’assessore Majorino, ha mentito, non è vero che nessun soldo del Comune è stato regalato agli Zingari.

Infatti il 15 marzo la giunta Pisapia ha destinato la spesa 300mila euro del proprio bilancio “per la gestione del progetto rom, sinti e camminati 2012-2014”. Questi 300mila euro vengono “stanziati sul bilancio della direzione centrale politiche sociali e cultura della salute”, insomma dal Comune.

E non ci vengano a smentire con l’assurda scusa che “nessun contante è stato dato agli Zingari”, perché spendere 30mila euro per costruire villette gratis e poi destinarle a singole famiglie di Zingari senza alcun affitto equivale, de facto, al regalo di 30mila euro in contanti.




Lascia un commento