L’ultima di Pisapia: le audizioni per mendicanti

Condividi!

Il primo aprile entra in vigore una nuova delibera-perla della giunta Pisapia. i suonatori-mendicanti dovranno sottoporsi alle audizioni di una commissione – pagata dai contribuenti – che deciderà chi di loro è adatto a fare la questua in pieno centro a Milano.
Forse la prossima mossa sarà una commissione per decidere quali siano gli Zingari meritevoli di molestare i passanti e poi chissà, una bella gara d’appalto tra etnie per vincere l’esclusiva sull’accattonaggio nella metro. E’ la Milano di Pisapia.




2 pensieri su “L’ultima di Pisapia: le audizioni per mendicanti”

  1. Mi pare giusto,
    l’elemosina la deve chiedere chi ha talento,
    non e’ mica un mestiere che si fa per disperazione o miseria.
    Ci vuole meritocrazia.
    Basta con barboni improvvisati che non sanno commuovere o schifare i cittadini a cui chiedono l’elemosina.
    Ora solo veri professionisti, gente realmente capace che sceglie l’accattonaggio per la fama ed il denaro.

    Che neuroni che c’ha questo Pisapia, meno male che c’e’ lui a dare il giusto peso alle priorita’.

Lascia un commento