Nasa: “se arriva un asteroide? Pregate”

Condividi!

Il capo della Nasa, Charles Bolden, ha un “prezioso” consiglio su come gestire l’eventualità che un grande asteroide si diriga verso New York: Pregate.

Questo è tutto quello che gli Stati Uniti – o chiunque altro – potrebbe fare a questo punto sugli asteroidi e meteore sconosciuti che possono essere in rotta di collisione con la Terra, Bolden ha detto ieri durante un’audizine alla Camera dei Rappresentanti.

Un asteroide stimato essere di circa 55 metri di diametro esplose il 15 febbraio sopra Chelyabinsk, Russia , generando onde d’urto che hanno distrutto le finestre e danneggiato gli edifici . Più di 1.500 persone sono rimaste ferite.

Più tardi lo stesso giorno, un più grande asteroide scoperto l’anno scorso passò a circa 35.000 kilomentri dalla Terra, più vicino di quanto sia la rete di satelliti televisivi e previsioni meteo che orbitano intorno al pianeta.

L’evento deve “servire come prova che viviamo in un sistema solare attivo con oggetti potenzialmente pericolosi che attraversano il nostro quadrante con sorprendente frequenza”, ha detto Rappresentante Eddie Bernice Johnson, un democratico del Texas.

“Siamo stati fortunati che gli eventi del mese scorso fossero semplicemente una coincidenza interessante, piuttosto che una catastrofe”, ha detto il presidente della commissione Lamar Smith, un repubblicano del Texas, che ha chiamato l’udienza per capire che cosa è stato fatto e quanto denaro è necessario per proteggere meglio il pianeta.

La NASA ha trovato e sta monitorando circa il 95 per cento dei più grandi oggetti nei pressi della Terra, quelli che sono 1 km o più di diametro.

“Un asteroide di quelle dimensioni, un chilometro o più grande, potrebbe plausibilmente annichilire la civiltà,” secondo quanto detto ai legislatori nella stessa udienza dal consigliere scientifico della Casa Bianca.

Ma solo il 10 per cento dei circa 10.000 potenziali “asteroidi killer di città”, quelli con un diametro di circa 165 metri sono stati trovati, Holdren ha aggiunto.

In media, gli oggetti di queste dimensioni sono stimati colpire la Terra circa una volta ogni 1.000 anni.

“Dalle informazioni che abbiamo, non sappiamo di un asteroide che minaccia la popolazione degli Stati Uniti”, ha detto Bolden. “Ma se sta arrivando in tre settimane, pregate“.

Oltre a intensificare i suoi sforzi di monitoraggio e la costruzione di partenariati internazionali, la NASA sta cercando di sviluppare tecnologie per deviare un oggetto che può essere in rotta di collisione con la Terra.

“Le probabilità di un asteroide vicino alla Terra che causi numerose vittime e la distruzione delle infrastrutture sono molto piccole, ma le potenziali conseguenze di un tale evento sono così grandi che ha senso considerare il rischio serio”, ha detto Holdren.

Circa 66 milioni di anni fa, un oggetto sei miglia di diametro si crede abbia distrutto quello che oggi è la penisola dello Yucatan in Messico, portando alla scomparsa dei dinosauri, così come la maggior parte di piante, animali e la vita sulla Terra.

L’asteroide che è esploso sulla Russia il mese scorso è stato il più grande oggetto a colpire l’atmosfera terrestre dall’evento di Tunguska nel 1908 quando un asteroide o una cometa esplosa sulla Siberia, “livellando” 80.000.000 di alberi su più di 830 miglia quadrate (2.150 km ²).




Un pensiero su “Nasa: “se arriva un asteroide? Pregate””

Lascia un commento