Calamità Romania: carne equina nei sughi Star

Condividi!

La Romania non è un paese, è una “calamità”. Prodotti Star dalla Romania positivi a dna equino.

A riferirlo è stato il ministero della Salute, spiegando che “‘l’Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna di Brescia ha comunicato il riscontro della positività per carni equine non dichiarate in etichetta in quattro prodotti prelevati dal Nas di Milano presso la ditta “Star Stabilimento Alimentare S.p.A.” di Agrate Brianza (Mb). I prodotti: Gran Ragù con verdure Star lotto LH 044, scadenza 13.02.2016; Ragù Bolognese Star sugo al pomodoro con carne bovina, suina e olio di oliva, lotto LH 045 e scadenza 14.02.2016; Gran Ragù Classico Star, lotto LH 035 e scadenza 4.02.2016; Gran Ragù Classico Star, lotto LH 032 e scadenza 1.02.2016″.

La Star è un’azienda di proprietà della spagnola Gallina Blanca.

Nei prodotti citati erano state utilizzate partite di carne macinata congelata proveniente dalla Romania e acquistate dal fornitore francese GEL ALPES di Saint Maurice – Manosque, già posto sotto attenzione da parte delle Autorità transalpine, secondo quanto riferito dall’azienda. I ragù Star contenenti carne equina sono stati bloccati “integralmente in via cautelativa” presso gli stabilimenti dell’azienda, e nessuno dei lotti è stato messo in commercio. Lo precisa una nota della Star, in cui la società si dichiara “vittima” della vicenda. In particolare, si precisa, i prodotti sono stati preparati con carne fornita dall’azienda francese Gel Alpes di Saint Maurice, già posta sotto attenzione da parte delle autorità transalpine a febbraio, e con cui Star ha interrotto la relazione commerciale.

L’azienda a seguito dell’allerta europeo aveva già attuato il blocco in autocontrollo e le procedure di ritiro dal mercato dei prodotti finiti, si legge in una nota. Il Nas di Milano, che aveva comunque sottoposto a sequestro sanitario cautelativo oltre 300.000 singole confezioni, in data odierna le ha sequestrate giudiziariamente per violazione dell’articolo 515 del c.p. (frode commerciale) e sta procedendo agli accertamenti sulla filiera.




Lascia un commento