Estremismo: giovani di Militia Christi aggrediti a sprangate

Condividi!

ROMA –  Due giovani attivisti dell’organizzazione cattolica Militia Christi sono stati aggrediti e feriti a Roma intorno a mezzanotte e 45 da giovani dei centri sociali, mentre osavano attaccare manifesti davanti alla sede della Regione Lazio, in via Cristoforo Colombo. I due sono stati medicati all’ospedale San Giovanni. La loro auto è stata distrutta.

“Alessio e Philippe (i nomi dei due feriti, n.d.r.) stavano attaccando manifesti della nostra lista civica per le elezioni comunali al primo municipio – ha riferito all’ANSA il portavoce dell’organizzazione, Fabrizio Lastei – All’improvviso è arrivato un gruppo di esponenti dei centro sociali, armati di mazze e spranghe, che li hanno aggrediti e feriti. La loro auto è stata distrutta”. L’aggressione secondo Lastei sarà denunciata alla polizia. “Nello spirito del perdono cristiano – ha aggiunto il portavoce – la nostra lotta contro queste forme di sopraffazione non arretrerà di un passo”. Del caso si occupano – con molta calma, visto che sono impegnati in altro – gli agenti della Digos della questura di Roma.

Le organizzazioni di omosessuali, omosessuali ed estremisti dei centri sociali sono sempre più protagoniste di atti violenti che vedono vittima chiunque non condivida la loro idea di società.




Un pensiero su “Estremismo: giovani di Militia Christi aggrediti a sprangate”

Lascia un commento