Terrorismo islameuroamericano: autobombe a Damasco

Condividi!

Nel cuore di Damasco è scoppiata un’autobomba che ha causato la morte di 53 persone, in gran parte civili. E oltre 237 feriti, di cui molti in gravi condizioni. Tra loro anche studenti di una vicina scuola. Subito dopo, due colpi di mortaio sono piovuti su una caserma dell’esercito, nei pressi del quartier generale del partito Baath del presidente Assad. Anche l’ambasciata russa a Damasco è rimasta danneggiata, con i vetri andati in frantumi. Altre esplosioni in serie sono avvenute a breve distanza l’una dall’altra anche nei quartieri periferici.

Giovedì mattina arriva anche la notizia che il Qatar ha consegnato 100 milioni di dollari all’opposizione. Potranno comprare nuove autobombe da far esplodere in mezzo ai civili.
L’alleanza tra le élites progressiste occidentali e settori del terrorismo islamico è sempre più evidente, tanto che potremmo coniare un nuovo termine: “terrorismo islameuroamericano”.




Lascia un commento