Indulto e Amnistia: favorevoli Monti e Pd, contraria la Lega

Condividi!

Mario Monti che il Pd oggi sono intervenuti sul dramma delle prigioni italiane: «la coscienza degli italiani si deve rendere conto che ci vogliono misure straordinarie come indulto e amnistia per affrontare il tema delle carceri» perché «quello delle carceri credo sia uno dei problemi più gravi dell’Italia», ha detto il professore in un comizio. Il Responsabile nazionale Carceri del PD, Sandro Favi, ha assicurato che nel programma del suo partito ci sono «una serie di puntuali interventi, da adottare con l’urgenza dei primi 100 giorni, per abrogare le leggi che più concorrono agli alti indici di incarcerazione, rendere le pene più miti e favorire l’accesso alle misure alternative come i domiciliari». Unica voce dissonante quella della Lega che con Matteo Salvini si scaglia contro ogni ipotesi di amnistia: «Amnistia, indulto o scarcerazioni di massa sono un insulto alla gente per bene che nemmeno Napolitano può permettersi. Si lavori piuttosto per rimandare a casa loro tutti i carcerati stranieri, che ci costano milioni di euro», ha detto il segretario della Lega Nord-Lega Lombarda.




Lascia un commento