Di Pietro a Vendola: “ti sei venduto alle Banche”

Condividi!

“Caro Nichi, hai svenduto i nostri principi per allearti con i veterodemocristiani e per proseguire e supportare le politiche inique di un governo che, fino ad oggi, ha fatto pagare la crisi ai lavoratori, agli onesti cittadini, ai pensionati e ai giovani. Insomma, sei pronto a fare un compromesso con chi ha salvaguardato gli evasori, le lobby finanziarie e le banche”. Lo scrive il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, in una lettera aperta a Nichi Vendola pubblicata sul suo blog.

“Avevamo fatto un accordo per costringere il Pd a restare nel centrosinistra e per mettere in campo delle politiche realmente alternative al montismo e al berlusconismo. Invece Bersani ha preferito allearsi sottobanco con Monti e tu lo hai seguito su questa via, tradendo i tuoi elettori. Comunque saranno i cittadini a fare insieme a noi la vera Rivoluzione Civile e a far comprendere cosa significhi realmente il voto utile, che e’ quello dato a chi difende i lavoratori e non a chi appoggia le banche”, conclude.