Benedetto XVI: “No alla confusione dei sessi”

Condividi!

Sì al matrimonio tra uomo e donna. No a “filosofie come quella del gender”.

Benedetto XVI ha riaffermato il suo “grande sì alla dignità e bellezza del matrimonio come espressione di fedele e feconda alleanza tra uomo e donna” perché “è espressione della bellezza della natura voluta dal Creatore”.
“La visione cristiana dell’uomo infatti è un grande sì alla dignità della persona chiamata all’intima comunione con Dio, una comunione filiale, umile e fiduciosa.
L’essere umano non è né individuo a sé stante né elemento anonimo nella collettività, bensì persona singolare e irripetibile, intrinsecamente ordinata alla relazione e alla socialità”.