Banca Mondiale taglia stime pil del 2013: recessione nell’Eurozona

Condividi!

La Banca Mondiale taglia le stime di crescita dell’economia mondiale per il 2013 a +2,4% dal +3% precedentemente previsto.

La Banca Mondiale prevede che il pil dell’area euro si contrarrà nel 2013 dello 0,1% e si dice preoccupata anche per l’incertezza sulle finanze pubbliche degli Stati Uniti. “Per i paesi in via di sviluppo niente è più importante che un’economia americana stabile” afferma la Banca Mondiale, sottolineando che per le economie avanzate “la riduzione del deficit e del debito, il tasso di disoccupazione elevato e la debole fiducia continueranno a pesare sull’economia nel 2013”e economia avanzate cresceranno dell’1,3%, meno dell’1,9% stimato in precedenza.




Lascia un commento