Merkel come Hitler: guai dire la verità

Condividi!

Angela Merkel come Adolf Hitler. Un paragone che ha innescato le polemiche in Germania. Protagonista Andreas Koehler, numero uno dell’associazione federale delle Casse mediche tedesche, che in un discorso per la festa di Natale ha dichiarato: “Giulio Cesare, Carlo Magno, Napoleone, Adolf Hitler, Angela Merkel, la lista dei leader di Stato che hanno tentato di unire l’Europa è lunga”.
Un discorso pronunciato davanti a una platea di circa 300 persone.

Koehler ha poi continuato dicendo che “sempre gli sforzi sono falliti subito dopo: nessuno può immaginare di vivere insieme in una stessa casa europea”.

Ormai dire la verità è “verboten” nell’era della neolingua. La Merkel – e i Monti, i Napolitano, i Draghi e compagnia cantante – vogliono un superstato europeo senza più differenze e identità. Senza più democrazia.
Che vogliano raggiungere questo obiettivo con i panzer della Bce invece che con quelli della Wermacht non cambia il fatto che il progetto finale sia lo stesso.
Abbiano, questi signori, il coraggio delle proprie ambizioni, invece di mestare e complottare nell’ombra scandalizzandosi non appena il “bambino dice che il re è nudo”.




Lascia un commento