C’erano una volta i comunisti. Napolitano: Sanità a pagamento

Condividi!

“È giusto chiedere ai cittadini che possono di dare un maggiore contributo al Servizio sanitario pubblico in ragione delle loro capacità economiche”. Ha detto Napolitano.
Prima o poi ci dovevamo arrivare. Se fai entrare nel tuo paese milioni di individui e istantaneamente concedi loro l’assistenza sanitaria gratuita – e non solo ai regolari che almeno una piccola parte iniziano a pagarla, ma anche ai clandestini che non pagano nulla – il sistema sanitario crolla. Perché la sua sostenibilità si basa sui soldi versati con le tasse nel tempo.
La soluzione del senescente del colle è, a questo problema creato da loro e dalla loro ingordigia di immigrati, far pagare la sanità a “chi può”. Ecco, visto il loro concetto di chi ha le “capacità economiche”, pagheranno anche gli anziani al minimo, che del resto pagano l’Imu. Ma ovviamente, i clandestini continueranno a ricevere assistenza gratuita.




Lascia un commento