Cade il loro galoppino, arrivano le minacce: inizia S&P

Condividi!

L’incertezza del dopo Monti: Standard & Poor’s annuncia che potrebbe abbassare il rating
Se l’economia non si riprenderà nella seconda metà del 2013 potrebbero peggiorare la situazione debitoria del Paese

L’incertezza riguardo la volontà del prossimo governo di proseguire l’agenda di riforme economiche strutturali avviata dal governo di Mario Monti e il rischio significativo che l’economia italiana non cominci a riprendersi nella seconda metà del 2013 potrebbero peggiorare la situazione debitoria dell’Italia e portare Standard & Poor’s a tagliarne il rating È quanto si legge in un report dell’agenzia. «Notiamo, in particolare, l’incertezza riguardo al fatto che la prossima coalizione di governo resti fedele all’agenda di riforme economiche avviata dall’attuale esecutivo», sottolinea Standard & Poor’s.




Lascia un commento