Profugo uccide volontaria con 20 coltellate, straziata

Siamo fortunati. In Italia, per ora, si limitano a stuprarle, le volontarie. Senza dimenticare, come i media non fanno a meno di ricordarci ogni secondo: che 2 profughi hanno evitato di partecipare alla violenza, e questo fa di loro ipso facto degli ‘eroi’.

In Germania, invece, nella cittadina di Ahaus, un profugo nigeriano in fuga dalla guerra in Siria ha ucciso una volontaria di un centro per cosiddetti rifugiati. Il 28 enne minore nigeriano ha straziato il corpo della vittima con decine di coltellate alla testa, al petto e al collo. Fino a trascinarne via il cadavere in una pozza di sangue.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il profugo è poi fuggito verso dove era sbarcato, l’Italia, ma è stato arrestato a Basilea e rispedito in Germania. Dove è in corso il processo. Ieri, il pubblico ministero tedesco ha chiesto 15 anni di carcere.

In pratica passerà da un hotel per profughi ad uno per assassini. Forse.



Lascia un commento