BOOM DI SBARCHI FANTASMA, SONO I DETENUTI TUNISINI – VIDEO

La Tunisia ha svuotato le carceri e messo i detenuti sui barconi per l’Italia, intanto tiene in ostaggio pescatori italiani. E noi regaliamo ogni anno 120 milioni di euro alla Tunisia.

Proseguono senza sosta gli sbarchi nell’agrigentino, e solo in un’occasione, le forze dell’ordine sono riuscite ad intercettare prima dell’approdo i barconi carichi di migranti; in particolare, un natante di medie/piccole dimensioni è stato individuato dai mezzi della Guardia di Finanza e dei Carabinieri presso il lodo Le Pergole, all’interno del territorio comunale di Realmonte.

A bordo trenta afroislamici, tra di loro gli uomini dell’Arma e della Finanza hanno individuato e fermato anche il presunto scafista; alcuni clandestini sono stati bloccati sulla spiaggia, altri invece sono stati fermati dalle pattuglie dei finanzieri nelle campagne limitrofe. Tutti gli altri, ovviamente, sono spariti.

Dopo poche ore, scena molto simile a Cannatello e quindi questa volta all’interno del territorio comunale di Agrigento; a bordo almeno una cinquantina, ma in questo caso i clandestini sono riusciti a fuggire ed alcuni passanti affermano di aver visto diversi gruppi aggirarsi presso la SS 115. Sul posto si sono precipitati gli uomini della Polizia e dei Carabinieri: nulla da fare, stando a quanto segnalato da MareAmico Agrigento, l’associazione che ha fornito il video, alcuni clandestini avrebbero anche chiesto ai passanti informazioni sulla stazione ferroviaria.

Intanto non accenna ad attenuarsi l’emergenza nemmeno nelle isole: due sbarchi sono stati segnalati, nella giornata di venerdì, a Lampedusa per un totale di più di 110 migranti accolti nel locale hotspot.

Tre sbarchi “fantasma” di migranti, sono avvenuti fra le spiagge di Poggio di Guardia e La Playa a Licata (Ag). A Poggio di Guardia – dove la scorsa settimana si era verificato un altro approdo – è arrivato un barcone di circa 6 metri. A bordo, secondo una stima approssimativa, c’erano circa 40 migranti.

Altri due barconi sono, invece, giunti a La Playa. E in ogni natante si stima che vi fossero circa 20 clandestini. Subito dopo i tre sbarchi, i migranti hanno tentato di far perdere le proprie tracce. Una ventina sono stati però già stati fermati. Dieci sono stati bloccati dai militari della Guardia costiera: erano ancora nei pressi delle barche giunte sulla spiaggia de La Playa.

VERIFICA LA NOTIZIA

Un’altra decina sono, invece, quelli che sono stati bloccati dai poliziotti del commissariato di Licata: erano già riusciti ad arrivare lungo le vie del centro.



Lascia un commento