Profughi si barricano in hotel, scontri – VIDEO



Polizia e Carabinieri sono intervenuti, con diversi equipaggi, al Centro di Accoglienza Straordinaria di via Ranchet, nel quartiere di Madonna in Campagna a Gallarate

«Tutto è iniziato quando un gruppo di richiedenti asilo del Gambia ha rivendicato la possibilità di avere il permesso di soggiorno immediatamente -ricostruisce il legale della KB srl, Daniele Pizzi- ma ovviamente su questo la KB non può nulla».

Non convinti dalle parole degli operatori i gambiani hanno allontanato dallo stabile il personale, “occupando” la struttura. A quel punto è intervenuto il gruppo di ragazzi nigeriani che «hanno cercato di fare da mediatori -continua Pizzi- ma alla fine gli animi erano molto esagitati e si è arrivati alle mani». Veri e propri scontri etnici tra africani di diverse etnie. La società multietnica in vitro.

In via Ranchet si è recato anche il sindaco di Gallarate, Andrea Cassani, insieme all’assessore Francesca Caruso: «C’era d’aspettarselo, oggi vediamo uno scontro tra nazionalità differenti, pare che uno dei gruppi si sia barricato all’interno di una stanza. Giustamente i residenti sono molto arrabbiati, non solo per oggi ma anche per la situazione negli altri giorni: sporcano in giro, non rispettano gli orari di rientro serali previsti, litigano spesso tra loro. Ho chiamato il Prefetto per risolvere questa bomba ad orologeria».

Il centro di accoglienza è uno dei tanti gestiti dalla Kb srl, la società di Katiuscia Balansino e Roberto Garavello che ha fa business con centinaia di richiedenti asilo in provincia.

VERIFICA LA NOTIZIA

Loro fanno soldi, i residenti perdono il sonno.



Lascia un commento