Mosca, Putin ordina retata anti-immigrati dopo scontri: 250 arresti

Dopo gli scontri avvenuti ieri sera nel centro commerciale Moskva tra i dipendenti immigrati e il personale di sicurezza della struttura, sono state arrestate più di 250 persone.

E’ quanto riferito dal presidente della Federazione dei migranti della Comunità degli Stati indipendenti, Karomat Sharipov.

“Presso il Centro commerciale sono state arrestate circa 250 persone”, ha dichiarato Sharipov, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa russa “Interfax”. Sharipov ha osservato che questa non è la prima volta in cui si verificano scontri nel centro commerciale sopra menzionato. In precedenza, la polizia ha annunciato di aver compiuto un gran numero di arresti tra quanti avevano partecipato alla rissa. Gli scontri sarebbero sorti tra il personale di sorveglianza e i dipendenti del centro commerciale, secondo quanto riferito dal ministero dell’Interno di Mosca.

VERIFICA LA NOTIZIA

La Russia vive gli stessi nostri problemi grazie agli immigrati ‘interni’, ovvero di etnie provenienti da repubbliche della Federazione Russa come la Cecenia. Mosca è infestata di musulmani dal Caucaso.



Lascia un commento