Imam: “Donne non possono guidare perché hanno un quarto di cervello”



Le donne non possono guidare perché hanno un quarto di cervello e chi darebbe la patente a una persona con un quarto di cervello? si è chiesto l’imam saudita al Hajri.

L’unico Paese al mondo che non permette alle donne di guidare è l’Arabia Saudita. Nostro alleato e finanziatore del terrorismo islamico nonché, attraverso i Fratelli Musulmani, della maggior parte delle moschee ‘italiane’ e degli imam che vi predicano.

Lo sceicco Saad Al Hajry non è un imam qualsiasi, ma il presidente del Consiglio della fatwa della provincia di Asir, nel sud del Paese. Una autorità nel mondo islamico.

Durante un incontro pubblico (riservato a un uditorio maschile) Al Hajry ha così argomentato: “Le autorità darebbero la patente a un uomo che dimostra di avere solo metà cervello?”. I presenti hanno risposto con un deciso no. Il religioso ha concluso: “E perché mai dovrebbe darla alla donna che ne ha solo un quarto. Ovviamente non è colpa sua, ma è un aspetto fisiologico”.

VERIFICA LA NOTIZIA

In effetti, basandoci sul QI, è probabile che la maggioranza dei musulmani non potrebbero ottenere la patente:

CLICCA

Non è un caso che le popolazioni con il QI più basso del globo siano anche di religione islamica.



Lascia un commento