Immigrati violenti, dilaga paura: Italiani si sentono in pericolo



I continui sbarchi e le violenze degli immigrati hanno svegliato gli italiani. Mai come ora c’era stato un clima di insicurezza tale

Secondo l’indagine dell’Osservatorio Europeo sulla Sicurezza il 46% degli italiani si sente insicuro. Si tratta della percentuale più elevata degli ultimi dieci anni. Effetto sbarchi di massa.

Sull’attuale picco hanno pesato i continui sbarchi dalle coste del Nord Africa e le ripetute violenze (non da ultimi gli stupri di Rimini). Un’insieme di fattori che ha suscitato sdegno e paura nella maggioranza della popolazione italiana.

VERIFICA LA NOTIZIA

La paura di un pericolo reale è il primo passo verso la soluzione del problema. E la soluzione si chiama ‘Aung San Suu Kyi’.

Nell’articolo che accompagna lo studio, il giornale di fake news Repubblica scrive: “D’altronde l’impronta sociale della xeno-fobia – letteralmente: paura dello straniero – appare evidente, dai dati del sondaggio. Cresce fra le persone più anziane, soprattutto: con un grado di istruzione più basso.”

Che le persone anziane abbiano un grado di ‘istruzione più basso’ è normale in un Paese dove fino a qualche decennio fa avere la licenza media era normale. E che gli anziani siano quelli che sentono più il pericolo è altrettanto ovvio: sono quelli che usano più i mezzi pubblici e si trovano assediati dai ‘migranti’ nelle case popolari e nell’accesso ai servizi. Non tutti gli anziani hanno la residenza in Svizzera.



Lascia un commento