Treviso: bambini italiani a scuola di Corano per integrarsi



«Alle classi di bambini oltre alla lingua araba gli insegnanti madrelingua spiegano il Corano – continua Fatine – cosa che per gli adulti dovrà essere decisa insieme”. 

A Pieve di Soligo, Treviso, il PD punta sull’integrazione. Per questo gli italiani andranno a lezione di arabo e Corano nei locali comunali della Casa delle Associazioni di via Battistella. Per integrarsi.

Il Comune di Pieve di Soligo ha infatti concesso l’utilizzo degli spazi pubblici all’Associazione marocchina “Noi ci siamo” perché integri gli italiani. Se ci trovate qualcosa di strano è perché siete razzisti.

«Si tratta di un gruppo che collabora con il Comune anche nell’organizzazione dell’annuale festa multietnica in piazza – spiega l’assessore Roberto Menegon – e ha avanzato la richiesta di utilizzare gli spazi di via Battistella per tenere un corso di insegnamento della lingua araba aperto a tutti.
L’amministrazione ha dato il benestare all’iniziativa come ulteriore via di integrazione».

Non provate a spiegare all’assessoresso che essendo in Italia, forse, dovrebbero essere i marocchini ad imparare l’Italiano, e non viceversa.

VERIFICA LA NOTIZIA

Uno «strumento di prevenzione» per il sindaco Soldan. Tre le classi per ora previste: una per i bambini dai 6 ai 9 anni, un’altra per quelli dai 10 ai 15 anni e un’ultima che raccoglierà la fascia più adulta. Perché i bambini italiani vanno islamizzati da piccoli.

«Alle classi di bambini oltre alla lingua araba gli insegnanti madrelingua spiegano il Corano – continua Fatine – cosa che per gli adulti dovrà essere decisa insieme”. Tre ore di scuola la domenica mattina nelle tre aule della Casa delle Associazioni date in concessione dal Comune a “Noi ci siamo” a inizio 2017 invece che al catechismo.



Lascia un commento