Anpi censura Povia ma esige Bella Ciao in piazza



Quelli che concepiscono la libertà a senso unico sono ridicoli

La sezione dell’Anpi di Carmagnola esprime solidarietà al gruppo CoroMoro, che ieri sera avrebbe dovuto esibirsi alla serata di chiusura della Fiera Nazionale del Peperone. Il concerto, in programma alle 21 in piazza Sant’Agostino, è stato annullato. “L’amministrazione comunale ci ha chiesto di rimuovere dalla scaletta Bella Ciao”, spiega il coordinatore di CoroMoro, Luca Baraldo. “Noi ci siamo rifiutati e così abbiamo dovuto cancellare la data”.

VERIFICA LA NOTIZIA
Secondo quanto racconta il gruppo, la richiesta sarebbe stata avanzata dal vicesindaco, preoccupato che il “brano creasse imbarazzo tra alcuni esponenti del centrodestra”. “Ci chiediamo come mai ancora oggi cantare ‘Bella Ciao’ sia considerato di parte; come mai questo brano, che è patrimonio comune di tutti gli italiani, crei imbarazzo”, scrive l’Anpi di Carmagnola.

Cosa c’entri Bella Ciao con la ‘fiera del peperone’ ci sfugge. Comunque che la cantino, magari però l’Anpi faccia cantare anche Povia, altrimenti la libertà a senso unico è ridicola quasi quanto la sopravvivenza di un’associazione senza più associati in vita.



Lascia un commento