Chikunguya, diversi i casi di Profughi infetti



Creano allarme i casi di Chikunguya ad Anzio, zona che ospita una notevole massa di profughi africani.
Come la Malaria, la malattia è veicolata dalle zanzare, con effetti drammaticamente debilitanti. Questo significa che più portatori del virus ci sono nella tua zona, più è facile che le zanzare pungano loro e poi te.

Anche per questo, importare giovani maschi africani, portatori dei peggiori virus, non è un’idea brillante.

VERIFICA LA NOTIZIA

E comunque, non è stata esclusa la possibilità di un contagio interumano (per via aerea, per contatto con fluidi organici…) specialmente tra soggetti che restano in prolungato contatto con malati. In effetti, l’epidemia avvenuta negli anni scorsi alla Réunion ha visto in alcuni momenti un aumento di casi troppo elevato per essere imputato soltanto alla aggressività delle zanzare tigre.

Diversi i casi di profughi infetti nell’ultimo periodo:

Profughi portano il virus Chikungunya a Rovigo: lo spaccaossa

Profugo infetto da Chikungunya: pericolo epidemia

Vivere vicino ad un ‘centro profughi’, oltre il pericolo di stupri, non è salutare.



Lascia un commento