Forza Nuova marcia su Roma, Pd vuole divieto



Non e’ stato ancora formalizzato in Questura il preavviso per la “marcia su Roma” annunciata da Forza Nuova sulla propria pagina Fb per il prossimo 28 ottobre, 95/esimo anniversario della storica marcia.

Gli organizzatori di manifestazioni nella Capitale possono presentare il preavviso in Questura da un mese prima dell’iniziativa fino ai 3 giorni precedenti. Per ora in questura non è arrivata nessuna richiesta a riguardo.

“Per dire no allo ius soli e fermare le violenze e gli stupri degli immigrati”, questo lo slogan della ‘marcia dei patrioti’ lanciata dal partito di estrema destra. E’ subito polemica.

Marco Miccoli, deputato Pd romano, chiede al ministero degli Interni di vietare la marcia di Forza Nuova. Giulio Marcon, capogruppo alla Camera di Sinistra Italiana-Possibile si rivolge al governo: “No al fascismo in qualunque forma si esprima”. Il segretario di Possibile, Pippo Civati, ricorda che la marcia viola la Costituzione antifascista.

VERIFICA LA NOTIZIA

In democrazia nessuna manifestazione deve essere vietata. Marciano gli amichetti seminudi di Civati, perché non dovrebbero poterlo fare i suoi nemici vestiti di FN?



Lascia un commento