A Butungu paghiamo anche vestiti e 2 avvocati



“Ma perchè un immigrato con un permesso temporaneo, che in teoria non ha un euro in tasca, ha ben due avvocati che lo difendono? Lo difendono gratis o sono pagati? E in questo secondo caso chi li paga? E perchè questo immigrato, che viveva in una cooperativa, ha potuto acquistare abiti eleganti, completi, papillon, come dimostrano le sue foto su facebook? Dove ha trovato i soldi? Ho il timore che sia stato lo Stato italiano a pagarli, i vestiti e gli avvocati”. Lo dichiara il senatore Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato e responsabile organizzazione e territorio della Lega. “Oltre il danno la beffa, non solo delinquono, ma noi pure li manteniamo e li difendiamo, il tutto a carico dei contribuenti”, aggiunge Calderoli.

VERIFICA LA NOTIZIA

Butungu è assistito dagli avvocati Mario Scarpa e Ilaria Perruzza.

Il tipo di crimini commessi e il modo in cui Guerlin Butungu ha agito “lumeggiano l’indole particolarmente malvagia e violenta dell’uomo, incapace a frenare-controllare malsani istinti e appetiti sessuali, del tutto insensibile al rispetto dell’altrui integrità fisica e sessuale”. Il Gip di Rimini Vinicio Cantarini si è espresso così sul congolese di 20 anni, per cui ha disposto il carcere per la doppia violenza di Miramare della notte tra il 25 e il 26 agosto. Il tutto, “a dispetto, peraltro – prosegue il giudice – di un fare e di un aspetto apparentemente gentile ed educato, forse anche abilmente utilizzato proprio per adescare le giovani vittime”. Questo è apparso anche dall’interrogatorio di convalida, “quando per neppure è riuscito a manifestare, non solo alcun segno di pentimento, ma neanche una qualche maturata consapevolezza dell’estrema gravità delle azioni compiute”.



Lascia un commento