Assumono profugo: lui li uccide, smembra cadaveri e li getta via



Un richiedente asilo tunisino di 37 anni nella città tedesca di Lipsia sta affrontando il processo per l’omicidio di una coppia che ha brutalmente ucciso e poi smembrato prima di disfarsi dei loro corpi in un lago.

L’omicidio è avvenuto l’estate scorsa, il 37enne è entrato nella casa della coppia dove ha ucciso entrambi con un martello e un coltello. Dopo averli uccisi, ha smembrato i corpi, li ha scaricati in un lago vicino e ha saccheggiato la casa di tutti gli oggetti di valore. I procuratori chiedono di una pena a vita per il duplice omicidio, riferisce Saechische Zeitung .

La difesa ha affermato che l’alterazione dell’imputato è avvenuta a causa di una controversia sulla retribuzione relativa a dei lavori che l’uomo aveva fatto per le vittime.

Il 37enne ha ammesso di aver ucciso la coppia ed essersi liberto dei loro cadaveri, ma ha detto che ha trovato le armi in casa. Spera in questo modo di evitare l’omicidio premeditato.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il procuratore ha affermato che il vero motivo non ha niente a che fare con il suo lavoro, ma piuttosto il profugo stava cercando di rubare in casa della coppia. “Voleva arricchirsi”, ha detto il procuratore Claudia Laube.

La signora Laube ha aggiunto che il delitto era “eccezionalmente brutale” e ha detto che l’aggressore ha saccheggiato tutto quanto poteva portarsi via dalla casa dopo essersi disfatto dei cadaveri smembrati.

Il tribunale dovrebbe decidere giovedì prossimo se l’uomo è colpevole di omicidio di primo grado o di omicidio.



Lascia un commento