Famiglia italiana costretta a vivere in campo nomadi – VIDEO



Enrico, Emanuela e il piccolo Damiano dormono in macchina dalla scorsa notte, dopo che a causa di un incendio alla discarica di via Amarilli sono stati evacuati dal palazzo occupato in cui vivevano ormai da tre anni, in via Raffaele Costi, a La Rustica.

Lì, tre famiglie italiane erano costrette a vivere in mezzo a cento clandestini. Ora nemmeno quello.

Enrico è stanco: “Un assessore del V municipio sta provando a darci un’alternativa alla casa famiglia o al dormitorio – dice – ma di promesse mai mantenute ne abbiamo avute tante. Siamo davvero stremati”. Enrico si riferisce a quando lo scorso marzo fu accolto in Campidoglio a seguito della protesta, mandata avanti con le altre due famiglie italiane presenti nel palazzo occupato, quando il Comune gli propose di alloggiare in un campo nomadi. “Credo che alla fine accetteremo la casa famiglia – dice Emanuela con un filo di voce – non voglio separarmi da mio marito, ma che posso fare?”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nella città del Papa si dividono le famiglie italiane perché non hanno una casa dove stare. L’alternativa è il campo nomadi.



Lascia un commento