Sbarchi fantasma, allarme Procuratore: “Potrebbero essere terroristi” – VIDEO

Condividi!

Ne abbiamo parlato. Gli sbarchi non sono finiti, semplicemente è mutata la tipologia di trasporto. Ora le navi madre, orfane di molte navi Ong, arrivano fino alle acque italiane da dove, indisturbate, sbarcano le loro truppe afroislamiche con barchini usa e getta.

Allarme “sbarchi fantasma”: truppe afroislamiche sbarcano e spariscono

Ora il procuratore di Agrigento lancia un allarme drammatico, visti i tempi che corrono. Ma un allarme che non sorprende.

VERIFICA LA NOTIZIA

La Bochra, peschereccio di undici metri in buone condizioni, è arenato sulla spiaggia della riserva di Torre Salsa dal 6 agosto. Più in là ci sono altre due imbarcazioni. In quest’angolo di paradiso nell’Agrigentino si susseguono gli sbarchi “fantasma”: i clandestini afroislamici arrivano quasi sempre di notte, prima di dileguarsi tra i monti di fronte al mare. Di loro, poi, non si sa più nulla. “Non è possibile escludere la presenza di terroristi”, ragiona il procuratore capo Luigi Patronaggio.




Lascia un commento