Roma: chiesa trasformata in accampamento afroislamico – FOTO



Le truppe islamiche accampate nelle Chiese di Roma. Con il beneplacito del Papa. Forse era questo il vero messaggio di Fatima. Perché ci stanno invadendo, non eserciti armati, ma milizie di straccioni che giocano sul buonismo di autorità e radical chic.

La basilica dei Santi Apostoli, da giorni, ormai, vede sul sagrato alcune centinaia di clandestini: un vero e proprio accampamento afroislamico con decine di tende e la preghiera verso la Mecca. Occupavano l’immobile di via di Quintavalle, in mano agli estremisti dei cosiddetti Movimenti per la casa – agli immigrati – da quattro anni.

Secondo alcune indiscrezioni riportate dal Tempo, Bergoglio avrebbe chiesto di evitare sgomberi da parte della Gendarmeria vaticana.

Ed essendo territorio vaticano, i nostri agenti non possono intervenire. Ma il degrado, poi, lo subiscono i cittadini italiani che vivono nella zona.

Insomma, immigrati e senza fissa dimora occupano le chiese con l’ok – silenzioso – del Papa. Tanto che anche venerdì, dopo gli scontri, l’obiettivo degli accampati era la basilica di Santa Maria degli Angeli, a piazza della Repubblica. Doveva essere occupata al termine di un breve corteo, ma la polizia è intervenuta per tempo, evitando una situazione di degrado simile a quella di Santi Apostoli. Difficile, però, prevenire futuri assalti. La netta sensazione è che se la linea morbida di Bergoglio dovesse continuare, nei prossimi giorni assisteremo a una sorta di arrembaggio alle chiese da parte di immigrati e senza tetto. Gli antagonisti, ora, sentono di avere un alleato in Vaticano.

VERIFICA LA NOTIZIA

Bergoglio è la calamita del degrado. E’ tempo di una nuova breccia di Porta Pia, per difendere il Cristianesimo dall’autolesionismo dell’eretico Bergoglio.



Lascia un commento